Rete O.C.C.
Nord Est

«La Rete OCC Nord Est rappresenta alcuni Organismi di Composizione della Crisi sedi territoriali dell’Associazione Nazionale ‘I Diritti del Debitore’, nata nell’ottobre 2012 con lo scopo di promuovere, organizzare e gestire un sistema integrato di servizi sociali con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale ed, in particolare, per offrire un supporto ed una risposta efficiente a quei cittadini e piccole medie aziende che si trovano in una situazione di squilibrio e difficoltà finanziaria, divulgando la conoscenza e l’applicazione della Legge sul sovraindebitamento n. 3/2012 e successive modifiche.

Il perseguimento di tali scopi, di evidente natura pubblicistica, si è reso possibile grazie alla sinergica collaborazione creata da tutti gli Organismi e le amministrazioni di Comuni competenti per ogni territorio del circondario dei Tribunali di riferimento.

Gli Organismi della Rete hanno, infatti, ottenuto l’iscrizione all’Albo gestito dal Ministero di Giustizia dopo aver ricevuto, per la riconosciuta meritevolezza delle loro finalità pubbliche e sociali, delibera di patrocinio di Segretariato sociale dai Comuni di riferimento, sottoscrivendo con gli stessi una convenzione di collaborazione al fine di realizzare le suddette finalità.

O.C.C. Trevigiano Segretariato Sociale del Comune di Cornuda (TV)

O.C.C. Patavino Segretariato Sociale del Comune di Tombolo (PD)

O.C.C. Rodigino Segretariato Sociale del Comune di Arquà Polesine (RO)

O.C.C. Veronese Segretariato Sociale del Comune di San Bonifacio (VR)

O.C.C. Triestino Segretariato Sociale del Comune di Muggia (TS)

O.C.C. Udinese Segretariato Sociale del Comune di Corno di Rosazzo (UD)

O.C.C. Pordenonese Segretariato Sociale del Comune di San Stino di Livenza (VE)

O.C.C. Veneziano del Debitore Segretariato Sociale del Comune di Mirano (VE)

O.C.C. Organismo di Composizione della Crisi

L’O.C.C. ha l’unico scopo di assistere ed aiutare le persone, le famiglie, le piccole-medie imprese ed altri soggetti individuati dalla normativa (imprese agricole, start-up innovative, associazioni sportive, professionisti, fideiussori…) che si trovano in una situazione di incolpevole sovraindebitamento, a trovare una pianificazione sostenibile dei loro debiti.

Si tratta di un ente istituzionale, terzo, imparziale ed indipendente istituito dalla Legge n. 3 del 2012 e dal relativo regolamento di attuazione (il D.M. 202/2014).

E’ formato da professionisti – regolarmente iscritti nell’apposito Albo dei Gestori della Crisi al Ministero della Giustizia – esperti in materie giuridiche, bancarie ed economiche, che assistono il debitore in tutte le fasi necessarie per farlo uscire dalla crisi.

L’Organismo è presente anche nei momenti più importanti:

– nella fase di avvio (erogazione di informazioni, valutazione della presenza dei requisiti per accedere alla procedura, raccolta documenti) – nel momento di scelta del piano di ristrutturazione dei debiti (attraverso quattro procedure alternative: il piano del consumatore, la proposta di accordo con i creditori, l’esdebitazione dell’incapiente e la liquidazione del patrimonio).

L’O.C.C. consente, quindi, a chi è sovraindebitato – e non può accedere al fallimento o alle altre procedure concorsuali – di pagare i debiti nella misura in cui è in grado di farlo e provare ad ottenere l’estinzione della parte residua (detta anche esdebitazione).

Utilizzando una delle procedure di composizione della crisi, con l’ausilio dell’O.C.C. e a seguito di un provvedimento del Tribunale competente, il debitore potrà ottenere in tempi brevi la sospensione e poi la definitiva revoca delle azioni esecutive e/o cautelari azionate dai creditori sul suo patrimonio.

Convenzioni